Finferli in cucina: come cucinarli, consigli e abbinamenti

0
97
funghi finferli
Come ogni anno arriva l’autunno e con questa meravigliosa stagione arrivano anche i funghi. Tante sono sono le specie che arrivano sulle tavole di ogni casa, una però che merita una grande considerazione, è quella dei finferli.
I finferli sono funghi che si apprestano a numerose ricette di cui alcune molto versatili e gustose, che mettono in risalto il gusto in quanto crescono in base all’andamento climatico infatti, si possono cominciare a raccogliere i primi giorni d’agosto e non necessitano di concimi o antiparassitari.

Alcune cose da sapere sui finferli

I finferli crescono in diverse zone dell’Italia e quindi, sono facilmente reperibili. Come tutti gli altri funghi necessitano di pulizia e ci sono vari modi per farla. Sotto un getto d’acqua, con un pennello o bolliti in acqua. Qualsiasi metodo si scelga, servirà ad eliminare del tutto la terra attaccata e qualche insetto fastidioso.
Possono essere conservati sotto aceto o essiccati per consumarlo in diverse ricette. Hanno un sapore molto intenso e possono essere utilizzati anche durante una dieta perché contengono pochissime calorie e, alcune sostanze nutrienti e salutari per l’organismo. Se presi dalla mania di raccogliere i finferli, bisogna fare attenzione in quanto è facilmente confondibile con un fungo velenoso, ossia l’Omphalotus olearius.

Un risotto perfetto con i finferli

Come già accennato sopra, i finferli si possono preparare con varie ricette. Questa specie di fungo va raccolto e subito cucinato e mangiato, perché altrimenti potrebbe perdere le sue proprietà principali. Un risotto con i finferli è un ottimo primo da servire e da accompagnare con un ottimo vino della zona. Le varianti del risotto con i finferli sono tante tra cui quella dove si possono aggiungere altre specie di funghi ossia i porcini, o fonderli con un buon radicchio trevigiano.

Ravioli caserecci ai finferli

Altro primo interessante, sono i ravioli con i finferli da aggiungere come ripieno e come condimento. Una ricetta ligure che si prepara anche nelle occasioni importanti in cui i veri protagonisti sono i ravioli caserecci. Per il condimento, i finferli vengono soffritti in padella con abbondante olio extra vergine di oliva e un trito di aglio cipolla e prezzemolo.

Finferli trifolati e in crema

I finferli si gustano benissimo anche come contorno cucinandoli trifolati. Vanno prima di tutto mondati, aggiunti ad un trito di aglio e olio e rosolati. Aggiungere sale e pepe e, per dare un sapore più delicato, si può aggiungere qualche foglia di porro. In più mettere un pizzico di peperoncino. Per fare un’ottima crema di questa funghi, prendere questo preparato e frullarlo. Conservare in un barattolo di vetro e spalmarlo su crostini caldi o pane.

Finferli al forno

Tutto il sapore di questi funghi che tra l’altro, sono chiamati anche gallinacci lo si può scoprire, cucinandoli al forno nella ricetta più semplice che possa esistere. Basta adagiarli in una teglia e cospargerli di prezzemolo sale, pepe e olio extra vergine d’oliva. Se poi si preferiscono gratinati allora aggiungere pane grattugiato al momento e qualche erba aromatica. In questa maniera i finferli possono essere serviti come secondo piatto o contorno. Per rendere questo piatto ancora più sostanzioso, aggiungere delle patate tagliate a tocchetti. Una vera delizia per il palato a cui sarà difficile rinunciare.

Vellutate e zuppe ai finferli

Con i finferli si possono preparare diverse zuppe e vellutate che in inverno oltre a riscaldare, apportano numerose proteine e altro all’organismo, utile per affrontare i mesi freddi. Tra le tante ricette proposte, ce n’è una molto semplice che si pone come base per poter prepararne altre. Basta avere a disposizione un po’ di farina, un trito di aglio e cipolla, i finferli circa mezzo chilo, brodo rigorosamente vegetale con verdure di stagione e parmigiano reggiano. A queste zuppa che si potrebbe anche frullare per farla diventare un’ottima vellutata, si possono aggiungere altri ingredienti a piacere come, altri tipi di funghi, altre verdure e qualche legume. In qualsiasi modo la si prepari, il gusto dei finferli sarà sempre esaltato.

Involtini di vitello ai finferli

L’autunno è anche il mese per gustare dei deliziosi involtini di carne e se poi si preparano con l’aggiunta dei finferli allora si avrà un secondo stagionale perfetto. La carne scelta per questo piatto potrebbe essere il vitello in quanto molto tenero e proteico. Al centro di ogni fettina adagiare i finferli tagliati a pezzetti, una fettina di speck e anche un po’ di formaggio tipo sottiletta. Si possono cuocere in padella o in forno. Durante la cottura il formaggio si fonderà fino a creare una cremina perfetta da posare sugli involtini quando saranno pronti.

Gulash tirolese ai finferli

Per tutti gli amanti del gulash, è importante sapere che si può creare una ricetta con i finferli. Un piatto tipico tirolese ma che si può preparare in qualsiasi zona dell’Italia. Il gulash si prepara con i peperoni, la paprika, il vino bianco e la panna liquida. I finferli vanno aggiunti, ma prima devono essere arrostiti insieme alle cipolle. L’aggiunta dei canerdelli preparati rigorosamente a mano vanno a completare questa variante del gulash del tutto inaspettata ma molto buona.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here